Il mondo della SEO: riflessione e strategia

Sempre di più si parla di SEO e ricerca organica, ma cos’è? Può essere definita una scienza? Per molti aspetti direi proprio di si, infatti la SEO segue delle regole ben precise. Ormai non basta più la realizzazione e lo sviluppo di un sito web in termini grafici per scalare le posizioni e finire in prima pagina, bisogna adottare una precisa e studiata strategia di ottimizzazione delle pagine di interesse. Non è semplice, anzi molte volte si tralasciano, per inesperienza molti aspetti e di certo non ci si può improvvisare SEO specialist. Il mio consiglio è quello di seguire un corso e studiare prima di addentrarvi nell’ottimizzazione di un sito, ci sono diverse agenzie che si occupano di formazione e organizzano dei corsi davvero interessanti, come ElaMedia Group

Attenzione agli algoritmi di Google

La SEO, parte da una buona stesura degli articoli fino ad aspetti più tecnici come gli alt tag delle immagini e i title dei link. Andiamo a vedere insieme quali sono gli aspetti che più contano per creare una buona strategia e soprattutto per non essere penalizzati dagli algoritmi di Google, sempre vigili e attenti a chi fa il furbo e cerca scorciatoie sleali. Come già accennato prima, la SEO per molti versi, può essere considerata scienza esatta, infatti è composta da una serie di regole che non possono essere trasgredite, andiamo a vedere quali sono.

Le regole della SEO perfetta

  • Qualità di scrittura alta: questo non vuol dire che dobbiate per forza essere dei giovani Petrarca, basta semplicemente scrivere in italiano corretto, anche colloquiale, senza errori di ortografia, punteggiatura e sintassi
  • Non copiate: Google penalizza a bastonate chi copia i contenuti e anche chi lascia copiare. Se prendete spunto da fonti online, assicuratevi di parafrasare e rendere il vostro contenuto, ad ogni modo, unico e originale. Accertatevi periodicamente anche di non essere copiati con tool come CopyScape
  • Inserite i Tag Header: sto parlando dei titoli, è importante che suddividiate i vostri articoli in paragrafi, una best practice sarebbe inserire in un articolo almeno un H1, un H2, e un H3.
  • Le immagini devo avere gli Alt Tag: anche se non siete dei programmatori imparate ad inserire a livello di HTML l’attributo Alt alle immagini seguito da una breve descrizione della foto scelta
  • Dai un Title ai link: sia i link esterni che interni devono essere facilmente individuabili, sia tramite colori che tramite i Title, anche questi da inserire a livello di HTML
  • La densità della parola chiave: controllate di non aver inserito troppe volte la keyword per cui volete posizionarvi, Google penalizza amaramente questo comportamento
  • Co-occorrenze: inserite all’interno del testo parole inerenti all’ambito in cui vi state muovendo, aiutandovi con tool come Seo Hero
  • Segnalazione su Google Search Console: assicuratevi di segnalare le url delle vostre pagine a Google in modo che riesca ad indicizzarle più velocemente
Registrati per inserire notizie e comunicati, il servizio è gratuito!