Fasi post-operatorie dell’estrazione del dente del giudizio

L’estrazione del dente del giudizio non è un’operazione necessaria se non vi sono particolari esigenze, disturbi gengivali o problemi di masticazione, ma quando si rende necessario l’intervento per rimuovere un dente del giudizio fastidioso è importante seguire la fase preparatoria quanto il post-operatorio che non deve essere sottovalutato se si desidera recuperare in fretta e senza rischio di infezioni.

Cosa fare dopo l’estrazione di un dente del giudizio?

L’estrazione di un dente del giudizio è un intervento invasivo che può provocare complicanze e senz’altro dolore. Per ridurre il dolore e accelerare la guarigione è possibile prendere delle piccole, ma efficaci precauzioni già entro le 24 ore successive l’estrazione.

Una delle prime conseguenze dell’estrazione è il sanguinamento dovuto alla ferita ancora aperta. Per controllare il sanguinamento occorre:

  • Dormire con la testa leggermente sollevata aiutandosi con due o più cuscini; ciò placa il dolore e riduce il sanguinamento;
  • Tamponare con una garza assorbente per 30 o più minuti senza toccarla o muoverla;
  • Lasciare il tampone posto dal dentista per almeno un’ora senza cercare di rimuoverlo o controllare il sanguinamento.
  • Assumere dei farmaci anti-dolorifici e anti-infiammatori prima che l’effetto dell’anestesia finisca.
  • Entro le prime 5-6 ore dall’estrazione è bene tenere una borsa del ghiaccio avvolta in un panno da tenere a portata di mano e da appoggiare sulla mascella in direzione del dente estratto e applicare l’impacco a intervalli di 10 minuti l’uno dall’altro.
  • In caso di infezione accertata, assumere un antibiotico sotto prescrizione medica.
  • Evitare di mettersi alla guida dopo l’intervento (meglio farsi accompagnare).

Come comportarsi nei giorni successivi l’estrazione

Seguire le prescrizioni mediche è importante per recuperare in fretta, ma soprattutto il riposo agevola la completa guarigione. Già dopo 12-24 ore dall’intervento è opportuno effettuare sciacqui con colluttorio naturale disinfettanti che devono essere ripetuti per almeno due settimane. Se il dolore persiste oltre i 3 giorni è necessario recarsi del dentista. La normale igiene orale deve essere svolta con estrema delicatezza soprattutto nell’area dell’estrazione utilizzando spazzolini con setole morbide. È raccomandabile non fare sforzi. Sport o soffiare il naso con energia per evitare la riapertura della ferita con conseguente sanguinamento. In caso di febbre, assumere anti-piretici o contattare il medico se la febbre supera i 39° C. e non accenna a calare.

Cosa bere e mangiare nella fase post-operatoria

L’estrazione del dente del giudizio comporta  l’assunzione di una dieta composta da alimenti morbidi, soffici e tiepidi (né troppo caldi, né troppo freddi) come per esempio purè, zuppe o minestre tiepide, frullati, carne macinata, budini, pesce, polpette. È consigliato bere molto per non incorrere nella disidratazione. È evidente che le cose da evitare sono:

  • Masticare chewing gum o caramelle gommose e zuccherate;
  • Bere alcolici;
  • Fumare;
  • Mangiare cibi solidi;
  • Toccare o stuzzicare la ferita con le mani o risucchiando;
  • Utilizzare spazzolini elettrici o con setole dure.
Registrati per inserire notizie e comunicati, il servizio è gratuito!