Londra è un paradiso del fisco

Quando si parla di affari e di business nel mondo della finanza viene automatico pensare al paradiso fiscale Londra proprio perchè si tratta di un luogo in cui, grazie ad una bassa imposizione, possono nascere diverse realtà commerciali ed industriali.

La politica fiscale

La politica fiscale britannica, sin dalle epoche più antiche, è sempre stata interpretata nell’ottica di consentire agli imprenditori di trovare il proprio spazio nell’interesse dell’intera nazione. In sostanza, se un progetto prende il via in Inghilterra, con sede legale, dipendenti ed adempimenti vari, a beneficiarne è soprattutto l’amministrazione finanziaria centrale che percepisce tasse e tributi, per questa ragione la pressione fiscale è tra le più basse al mondo. La forza attrattiva di Londra, intesa come il paradiso fiscale Londra, si evince anche dalla presenza sul territorio delle multinazionali più importanti al mondo, proprio perchè trovano in questi contesti il terreno fertile per crescere e progredire. Nell’epoca Vittoriana, quando l’impero britannico aveva assunto proporzioni enormi, vi era l’intento della nazione di favorire l’ingresso dei sudditi provenienti dalle colonie per intraprendere attività imprenditoriali. Oggi, allo stesso tempo, nonostante il referendum che ha stabilito l’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea, con la Brexit, sono sempre moltissime le aziende che decidono di fissare Londra come sede.

Londra: il luogo dei desideri

La City rappresenta, anche a detta degli esperti, non semplicemente il paradiso fiscale Londra ma un luogo in cui è possibile avverare i propri desideri in materia di business e finanza. Innanzitutto in Inghilterra è veramente semplice porre in essere un progetto imprenditoriale in quanto le autorizzazioni necessarie vengono ottenute con estrema rapidità, il tutto avviene anche attraverso domande telematiche che evitano code e lungaggini. Le realtà britanniche sono estremamente asciutte e rapide proprio perchè con una veloce apertura gli imprenditori possono impegnarsi immediatamente a lavorare e ad accumulare reddito. Il reddito derivante dall’attività imprenditoriale costituisce il denaro con il quale provvedere al pagamento di tasse e tributi, ecco che l’immediatezza non aiuta solo gli operatori del settore ma anche l’amministrazione centrale.

Cosa si intende per il paradiso fiscale Londra

Londra viene intesa dunque come un paradiso fiscale ma, esattamente, questo cosa significa? Oltre logicamente alla semplificazione burocratica che consente un’agevola apertura delle attività commerciali ed imprenditoriali, ciò che attira maggiormente del paradiso fiscale Londra è la tassazione con un’aliquota pari al 20% dei profitti che, probabilmente negli anni a seguire, potrebbe scendere anche al 17%. In Italia, ad esempio, l’aliquota raggiunge il 45% ecco perchè sono in molti a decidere di lasciare il Paese per luoghi più accoglienti proprio perchè consapevoli del fatto di potere ottenere successo con lavoro e sacrificio.

Registrati per inserire notizie e comunicati, il servizio è gratuito!