Il linguaggio C è la base per ogni tipo di programmazione

Scegliere di programmare in C all’inizio potrebbe spaventare ed essere ritenuto inutile perché considerato erroneamente un linguaggio di programmazione obsoleto e ormai poco utilizzato. Niente di più sbagliato. Benché il linguaggio C sia datato agli inizi degli anni 70, non solo esso è ancora presente in moltissime applicazioni e programmi ma è anche molto utile nella comprensione in toto della programmazione. Le regole base della programmazione in C infatti, possono essere ritrovate in moltissimi linguaggi più recenti come Java, C++ o Python e una volta imparato a programmare in C sarà molto più facile apprendere qualsiasi altro linguaggio di programmazione. Inoltre il linguaggio C è un linguaggio sintetico e facile da imparare, dove bisogna imparare solo un numero limitato di istruzioni per compilare piccoli programmi capaci di svolgere le più disparate operazioni. Scegliere quindi di seguire un corso programmazione C è decisamente una decisione saggia.

Conoscere le caratteristiche principali di questo linguaggio di programmazione permette di avere una maggiore comprensione di questo linguaggio e quindi di seguito verranno elencate le più importanti.

  • L’esistenza del linguaggio C da oltre quaranta anni lo ha reso decisamente portabile. Questo vuol dire che può essere utilizzato quasi su tutti i pc, con differenti software e architetture grazie alla grande disponibilità di compilatori disponibili.
  • La dimensione molto piccola del codice, di pochi Kb, permette una facile trasferibilità e l’occupazione di una ridottissima fetta di memoria.
  • Sempre riguardo alle dimensioni, anche quelle dovute all’eseguibilità sono molto piccole.
  • C è un linguaggio di programmazione di alto livello. Ciò vuol dire che durante la programmazione si utilizzano parole del linguaggio umano per far svolgere compiti alla macchina. Questa caratteristica permette anche un’elevata sintesi del processo di programmazione poiché poche righe di programma in C corrispondono a moltissime istruzione nel linguaggio Assembly per esempio, che invece è un linguaggio di basso livello.
  • Il linguaggio C è inoltre un linguaggio molto efficiente grazie alle sue dimensioni ridotte e quindi all’uso poco intenso che fa della memoria.
  • C è un linguaggio più flessibile da un certo punto di vista rispetto ad altri più recenti perché non è richiesta di definire la tipologia di un dato. Questa caratteristica permette di evitare errori proprio nella definizione del tipo che sono spesso comuni in programmazione e inoltre da la possibilità di risolvere in maniera più veloce determinati errori poiché non ci sono le stesse regole rigide che invece possono essere trovate nei linguaggi di programma più recenti.
  • Nonostante sia considerato un linguaggio di alto livello, il C è quello che più si avvicina ai linguaggi di basso livello e questo può essere un vantaggio poiché si hanno un numero inferiore di istruzione e una gestione della memoria più efficiente e meno intensiva.
Registrati per inserire notizie e comunicati, il servizio è gratuito!