Scegliere un centro estivo a Roma

hotel-abano-termeDove far trascorrere l’estate ai vostri ragazzi a Roma? Molti genitori che non possono staccarsi dal lavoro durante il periodo di vacanze dei propri figli decidono di iscriverli a dei centri sportivi. Prima di decidere e di scegliere, cerchiamo di capire quali sono le attività che un centro estivo a Roma deve garantire: oltre allo sport, infatti, molte famiglie vogliono che i figli seguano corsi di lingua, oppure svolgano corsi particolari per sviluppare le abilità manuali come cucito, ceramica, oppure pittura e fotografia per sviluppare le qualità artistiche.

Come scegliere un centro estivo a Roma

Le grandi città sono sicuramente già avviate in tal senso. Possiamo suddividere innanzitutto in due grandi gruppi: i centri più economici, che solitamente vengono studiati dalle scuole stesse oppure dalle parrocchie o da altri centri di tipo sociale. Quelli più costosi invece sono organizzati da palestre o altre strutture sportive.

Nel secondo caso, i ragazzi possono beneficiare di istruttori qualificati e di strutture all’avanguardia: piscine all’aperto, campi di tennis, campi di calcio o basket. In questi centri l’organizzazione è molto più puntuale, e possono essere previste anche pause per merende oppure la possibilità di andare a mensa durante la pausa pranzo, scegliendo preventivamente il menu adatto alle esigenze dei ragazzi.

Oltre allo sport

Ovviamente i centri estivi di Roma puntano molto sull’attività sportiva, approfittando della bella stagione per poter giocare ed allenarsi all’aria aperta e al sole (in particolare per divertirsi tuffandosi in piscina!).

Ma in molti casi chi organizza questo tipo di attività potrebbe prevedere anche corsi particolari: i più gettonati sono quelli di lingua (anzi spesso sono proprio le scuole di lingua ad organizzare centri estivi).

Un grande successo negli ultimi anni lo stanno avendo quei centri organizzati da professionisti in materie più “pratiche”. Quindi non è strano trovare delle attività che alternano sport, giochi, a lezioni di fotografia, oppure di pittura. In questo caso, la quota potrebbe salire notevolmente, specie se si deve rifornire il ragazzo con la corretta attrezzatura per poter esprimere le proprie doti artistiche.

Share This