Come organizzare dei traslochi economici alla perfezione

Cambiare casa può essere bello, specialmente se questo momento coincide con il miglioramento del nostro tenore di vita. Ma cambiare casa è anche sinonimo di “trasloco“, un qualcosa di cui faremmo volentieri a meno, visti i costi. Se però ci si organizza per bene, si possono risparmiare parecchi soldini. Vediamo come.

Risparmiare sul Trasloco

Siamo tutti sempre in cerca del miglior prezzo per qualsiasi acquisto decidiamo di fare. Cerchiamo il miglior prezzo per lo smartphone, per il divano di casa, per gli pneumatici dell’auto e così via. Anche il trasloco non sfugge a questa logica e quando arriva il momento, ci si mette su internet a cercare la ditta traslochi più economica.

Ma c’è realmente un modo per risparmiare sul trasloco? Ebbene si, ma ci sono da valutare diversi elementi.

Il metodo più economico per risparmiare sul trasloco è quello del “fai da te“.

In questo caso bisogna pensare a tutto: dal reperimento delle scatole a quello degli imballi per le cose più fragili, dal reclutamento di amici e parenti per farsi aiutare al prestito di un camion/furgone per trasportare le cose.

Tutto fattibile si. Ma….

I rischi del trasloco fai da te

Se le fasi di imballo dei mobili e degli oggetti è un qualcosa alla portata di tutti, lo smontaggio degli arredi invece è qualcosa che dovrebbe fare qualcuno esperto, che non rischi di danneggiarli e soprattutto che infine sappia rimontarli adattandoli ai nuovi ambienti.

Durante le fasi di carico e scarico inoltre, c’è il serio rischio di farsi male e, per quanto i nostri aiutanti siano amici, potrebbero dover ricorrere al pronto soccorso per cadute accidentali, mal di schiena da sollevamento o tagli.

Se poi ci mettiamo anche la responsabilità che l’autista si deve prendere per trasportare la merce con il camion ecco che il quadro si completa.

Finché va tutto bene siamo tutti contenti. Ma se qualcuno si facesse male?

Qualcuno potrebbe pensare che, viste come stanno le cose, il trasloco economico è impossibile e che bisogna per forza rivolgersi ad una ditta specializzata. E’ proprio così?

Trasloco economico senza ansia né stress

Il trasloco economico ideale, quello che vi mette al riparo da ansia, stress e denunce di qualche “amico” che facendosi male vuole un rimborso, è una via di mezzo tra il fai da te e la ditta di traslochi.

Come fare?

Dove arrivare con il fai da te

Ecco le cose che si possono fare senza l’ausilio della ditta di traslochi.

Scatole: Almeno un mese prima, reperire le scatole di cartone. Queste possono essere acquistate, ma volendo risparmiare, si possono prendere nel più vicino supermercato. Basta mettersi d’accordo con il responsabile e farsele mettere da parte.

Materiali da Imballo: Acquistate qualche rotolo di nastro adesivo da imballo, un taglierino, un paio di pennarelli a punta grossa, un quaderno e dei rotoli di pluriball. Mettete da parte anche i vecchi giornali. Quando andrete a sistemare nelle scatole gli oggetti, formate dei cuscinetti antiurto al loro interno con i fogli di giornale appallottolati. Gli oggetti fragili, avvolgeteli nel pluriball. Scrivete su un foglio di quaderno il contenuto di ogni scatola e attaccate il foglio sulla scatola stessa. Scrivete sulla scatola la stanza a cui appartengono gli oggetti in essa contenuti.

Smontaggio e Rimontaggio Mobili: Se avete una buona manualità, provvedete voi stessi, o un parente/amico fidatissimo, allo smontaggio dei mobili. Vi serviranno un avvitatore, un giravite, un martello (meglio se da carrozziere) e un paio di pinze. Prima di smontare i mobili, fate una foto alla disposizione di sportelli, cassetti, vetrine, eccetera, per poter poi ricomporli correttamente e velocemente nella nuova abitazione.

Alimenti: Cercate di utilizzare tutti gli alimenti deperibili prima di traslocare, così non dovrete buttarne. Lasciare fuori dalle scatole sempre: piatti e bicchieri di plastica, un fornellino elettrico, una pentola multiuso, olio, sale, caffé, macchinetta del caffé e una schiumarola. Serviranno per i pasti quando avrete smontato la cucina. L’alternativa è farsi invitare a pranzo, mangiare panini o andare al ristorante.

Buttare ciò che non vi occorre: Se avete in casa oggetti che non avete mai utilizzato e di cui potete fare a meno, è il momento di buttarli o regalarli. Se non li avete mai usati vuol dire che non vi servono e portarseli dietro vuol dire appesantire le operazioni di trasloco.

Le cose per cui vale la pena chiamare la ditta di traslochi

Abbiamo esaurito le cose che potete fare da voi. Fidatevi se vi dico che avete già risparmiato un bel po’ sul trasloco.

A questo punto dovrebbe subentrare la ditta di traslochi per:

  • carico scatole e mobili sul camion
  • scarico scatole e mobili dal camion con trasporto sin dentro la nuova abitazione

Una buona ditta di traslochi sarà rapida, non rovinerà le vostre cose ed in più avrà incluso un’assicurazione di RC su cose e persone.

Potrete chiedere al traslocatore, nel caso ce ne sia bisogno, di procurarsi gli eventuali permessi di accesso a zone a traffico limitato o per l’occupazione del suolo pubblico durante le operazioni di carico e scarico.

Altri Consigli Utili

Infine, quando si trasloca è necessario aggiornare i propri recapiti per:

  • Utenze (luce, acqua, gas, telefono)
  • Abbonamenti (Pay TV, riviste, eccetera)
  • Banca, Posta Assicurazione
  • Comune e in particolar modo l’ente o ufficio addetto alla riscossione dei tributi sui rifiuti

Speriamo di aver fornito abbastanza consigli per effettuare un trasloco economico e al riparo da brutte sorprese.

Fonte: Sat International Movers Traslochi Roma

 

Registrati per inserire notizie e comunicati, il servizio è gratuito!