Le piscine termali di Abano

La zona dei Colli Euganei, e in particolare la città di Abano Terme, sono rinomate per le piscine termali e i centri benessere che sfruttano la presenza di sorgenti calde ricche di sostanze benefiche.

L’acqua piovana proveniente dalle Piccole Dolomiti e dalle Prealpi scorre nel sottosuolo a 3000 metri di profondità per circa 80 chilometri, arricchendosi, durante il tragitto, dei sali minerali che danno all’acqua di Abano quelle caratteristiche terapeutiche che rendono la città famosa in tutta Italia. Le acque rientrano nella classificazione chimica di salso-bromo-iodico ipertermale, e ciò le rende perfette per prevenire o curare patologie respiratorie e ricorrenti e croniche, oltre ad avere un’efficace azione disinfettante e antisettica.

Le piscine termali degli hotel di Abano sono realizzate per essere suggestive e funzionali

Per permettere la fruizione delle acque termali, gli alberghi e le strutture ricettive della zona dei Colli Euganei hanno pensato con cura e attenzione al design e alla funzionalità delle loro piscine, dando la priorità a due aspetti:

  • estetico : le piscine termali sono costruite con materiali pregiati, arricchite con fontane e giochi d’acqua, e inserite in parchi o giardini dall’aspetto curato in ogni stagione;
  • funzionale : le piscine termali sono dotate spesso di corrimano lungo i bordi per le persone più anziane o con difficoltà motorie, di sedute, di luci pensate per la cromoterapia e il rilassamento.

La magia di fare il bagno all’aperto anche in inverno

Le piscine termali degli hotel di Abano sono in generale due, una esterna e una interna, che possono essere usate durante tutto l’anno proprio in virtù dell’acqua calda con cui sono alimentate. La temperatura viene abbassata fino a raggiungere i 30°- 35° (alla sorgente è di quasi 100°), ideali sia per permettere alle sostanze disciolte di esercitare la loro azione benefica sia per consentire ai muscoli di distendersi, favorendo un generale rilassamento del corpo.

Spesso le vasche sono corredate da panche o sedili subacquei con getti idromassaggioposizionati strategicamente in modo da sollecitare i punti nevralgici (collo, spalle e schiena), o dacascate di acqua calda con funzione sia ornamentale che di massaggio.

Ma la caratteristica più suggestiva e più affascinante, soprattutto per la clientela più giovane, è il collegamento tra piscina interna piscina esterna: è infatti possibile uscire all’esterno della struttura rimanendo immersi nel tepore dell’acqua termale grazie ad un canale di collegamento; spesso vengono realizzati percorsi simili alle attrazioni degli acqua park che si snodano nei giardini degli alberghi. L’effetto del vapore fumante che sale dall’acqua per contrasto con la temperatura esterna più bassa è veramente magico, soprattutto di sera quando si possono osservare le stelle a cielo aperto in costume da bagno e perfettamente al caldo.

Registrati per inserire notizie e comunicati, il servizio è gratuito!