Impresario di agenzia funebre: è il lavoro giusto?

Quando si tratta di cercare un impiego, la scelta tra quello che si desidererebbe fare ed il lavoro che ci è stato proposto non è mai semplice come si può erroneamente pensare; ci sono poi dei lavori pesanti, altri che stancano mentalmente ed altri che in pochi vogliono fare. Ad esempio c’è un lavoro su cui, da sempre, ricadono innumerevoli superstizioni e riti di tipo scaramantico: l’impresario di una agenzia Onoranze funebri a Roma, eppure di ditte che svolgono questo servizio ce ne sono veramente molte; basti pensare all’agenzia romana Cattolica San Lorenzo.

Il lavoro dell’impresario funebre è, però, tra i più sicuri che possano esistere, in quanto si basa sul ciclo normale della vita. Dunque se ve la sentite potreste non solo diventare un impresario, ma in caso di attitudini imprenditoriali, addirittura potreste pensare di avviare una vostra attività e divenire un gestore di un’agenzia di questo settore; ricordando però che seppure si tratta di un impiego remunerativo, questo lavoro richiede notevoli sacrifici di tempi, in quanto, l’impresario deve essere disponibile a servire la sua clientela anche quando tutti gli altri sono in vacanza.

I requisiti necessari per un gestore di onoranze funebri

Come abbiamo anticipato, il lavoro di un individuo che gestisce una agenzia di onoranze funebri è un impegno che richiede disponibilità 24 ore su 24 senza festività. Questo impegno totale, alle volte, può essere molto stressante e consiste in una prova estremamente dura ma, se avete deciso di intraprendere questa carriera non dovrete mai lasciarvi demotivare dalla stanchezza per non minare la sensibilità necessaria per lo svolgimento dei servizi richiesti.

Nel caso in cui tutto ciò non vi spaventi e state pensando di avviare questa attività, sappiate che ci devono essere dei requisiti fondamentali richiesti proprio dalla legge. Si tratta essenzialmente di dimostrare che la vostra fedina penale è pulita e che non avete condanne di tipo penale né civile a vostro carico; inoltre, nel vostro passato non dovrete aver mai dichiarato fallimento oppure essere stati interdetti; infine, dovrete possedere i requisiti finanziari necessari per poter avere accesso al credito che vi servirà.

Consigli utili per l’imprenditore

Se siete in possesso di tutti i requisiti appena illustrati, potete aspirare a diventare un gestore di onoranze funebri e dovrete presentare tutti i documenti necessari allo sportello delle attività produttive a cui fa riferimento il comune in cui volete aprire la vostra agenzia di onoranze funebri. Ovviamente, per farlo, dovrete avere a disposizione un locale adatto in cui avviare l’attività, disporre le attrezzature e accogliere i vostri clienti. Abbiate cura di creare una sede con un allestimento accogliente, elegante e sobrio.

Non tralasciate poi di acquistare le attrezzature specifiche per il vostro lavoro come ad esempio un carro funebre; assumete almeno quattro addetti che si occuperanno di trasportare le bare. Questi ultimi dovranno aver frequentato dei corsi professionali o rivolgetevi all’ufficio di collocamento che vi fornirà il personale adatto.

Dovrete dotarvi anche di un’autorimessa in cui tenere l’auto di rappresentanza e dove avrete la possibilità di igienizzare gli automezzi di lavoro. Infine, per la parte più burocratica, iscrivetevi alla camera di commercio per l’apertura della partita IVA; consegnate il documento sui rischi e la sicurezza dei lavoratori, ottenete l’idoneità per trasportare le salme, ed infine iscrivetevi a INPS e INAIL. Il gioco è fatto!

Registrati per inserire notizie e comunicati, il servizio è gratuito!