Compro oro Pisa Controlli a Tappeto in Città e Provincia

I compro oro che sono ormai diffusi in modo capillare in tutta italia sono attività che se non controllate e regolate possano facilmente portare a fenomeni di illegalità a prescindere dalla volontà degli operatori.
Anche in questa ottica si sono svolti i controlli presso i vari compro oro Pisa come accade in tutte le altre città italiane i controlli si sono svolti e si svolgeranno regolarmente in modo periodico anche nell’interesse degli stessi operatori che devono essere garantiti che tutti rispettino le regole in modo da evitare fenomeni di concorrenza illegale.
Come accade in tutta italia durante i controlli a queste attività anche a Pisa si sono verificate varie irregolarità che in questo caso hanno rilevato 9 operatori non in regola che saranno sottoposti a sanzioni di vario genere a seconda dei casi.
Da tenere presente che attualmente i compro oro devono ottemperare ad obblighi talmente stringenti e burocratici da non avere eguali, tra gli obblighi introdotti dalla nuova legge 92/2017 c’è l’iscrizione ad un apposito registro che sarà realizzato e mantenuto dall’oam.
L’oam è un’organizzazione privata autorizzata dallo stato che già controlla altri operatori finanziari e creditizi per garantire la regolarità delle loro attività sia nei confronti dello stato sia a tutela dei clienti.
Un altro obbligo già in vigore precedentemente alla nuova legge è quello di verificare e scrivere su un apposito registro gli estremi di un documento di chiunque voglia vendere oro, le nuove norme hanno ampliato questo obbligo prevedendo l’integrazione dei dati del cliente con almeno due foto degli oggetti preziosi ceduti.
Oltre a queste nuove norme è stato introdotto anche un forte limite all’uso dei contanti imponendo ai compro oro di utilizzare sistemi di pagamento tracciabili per cifre superiori a 500 euro, oltre all’obbligo di effettuare tutti i pagamenti da un unico contro corrente che dovrà essere utilizzato esclusivamente per l’acquisto dell’oro.

Registrati per inserire notizie e comunicati, il servizio è gratuito!