Come proteggere la pelle dal sole

L’estate sta arrivando e l’inarrestabile voglia di abbronzarsi diventa un pensiero fisso degli amanti della bella stagione e delle lunghe giornate passate sulla spiaggia, oscurando anche il più importante pensiero del come proteggere la pelle da sole. Rilassarsi sotto i raggi del sole, comodamente sdraiati su di un lettino, magari sorseggiando un buon cocktail di frutta fresca: cosa desiderare di più? L’estate è la stagione che fa uscire dalle tane i cosiddetti umani-lucertola: uomini e donne che abbandonano l’idea del tempo e trascorrono ore ed ore al sole, senza preoccuparsi delle negative conseguenze per la pelle.

Il sole è bello e fa bene al nostro corpo, aiutando in alcuni casi a migliorare la condizione delle meno aggressive forme di malattie cutanee e agendo in modo positivo sulle macchie della pelle. Il sole è anche un valido alleato per combattere lo stress, ma spesso può trasformarsi in un nemico spietato, che non fa sconti a nessuno, specialmente a chi non pensa minimamente alla salute della pelle.

Rinunciare alla tintarella? Assolutamente no! Il sole è importantissimo per donare vitalità alla pelle stanca e per renderla più luminosa, ma è necessario non prendere troppo alla leggera i rischi che potrebbero scaturire da una errata esposizione ai raggi solari.

Come proteggere la pelle dal sole? Ecco alcuni consigli.

La cosa più sbagliata da fare? Cercare di ottenere un’abbronzatura ben evidente in poco tempo. Tante ore al sole, magari senza la corretta protezione, possono avere un effetto devastante per la pelle, con conseguenze molto pericolose anche per la salute dell’organismo. Quindi, solo trascorrendo 3 mesi al mare è possibile ottenere una perfetta abbronzatura senza correre rischi? No, anche in poco tempo è possibile raggiungere risultati ottimali e in tutta sicurezza.

Ecco cosa fare per proteggere la pelle da sole, senza rinunciare all’abbronzatura:

  1. Esfoliare, lavare e nutrire la pelle. In questo modo, eliminando tutte le impurità prima dell’esposizione, la pelle sarà pronta ad accogliere festosa il calore dei raggi solari. In pratica, eliminando le cellule morte e liberando i pori, la pelle respirerà e l’abbronzatura sarà più rapida ed efficace. Alla prima fase di pulizia dovrà sempre seguire quella della profonda idratazione per rendere più morbida la pelle.
  2. Mangiare sano e scegliere gli alimenti giusti per la tintarella. Con una corretta alimentazione è possibile aiutare e preparare l’organismo nel ricevere i raggi del sole. Non è una cosa strana, ma gli alimenti ricchi di carotene riescono a stimolare la sintesi della melanina, preparando in modo naturale la pelle all’abbronzatura.
  3. Utilizzare una crema solare protettiva di qualità, per proteggere la pelle dal sole durante la diretta esposizione. I primi due consigli devono essere seguiti nella fase di preparazione, mentre questo è il fondamentale suggerimento da seguire durante la stessa esposizione. La pelle deve essere stimolata, pulita e protetta. Inoltre, le protezioni contribuiscono anche ad una perfetta idratazione dei tessuti.
  4. Usare il cervello! Evitare sempre l’esposizione nelle ore più calde della giornata e per molto tempo. Un consiglio che spesso viene etichettato come “stupido” e che difficilmente viene seguito, nonostante sia quello più ripetuto e semplice.

Siate intelligenti! È facile godersi le vacanze al mare senza avere problemi di alcun tipo!

Registrati per inserire notizie e comunicati, il servizio è gratuito!